Ruggito Fortitudo Trani: la F.lli Lotti JT annientata 76-58 nel derby

Il parquet ha parlato: l’attesissimo derby cittadino valido per la 3^ giornata di Poule Promozione è preda di un’inarrestabile Fortitudo Basket Trani che annienta la F.lli Lotti Juve Trani con il risultato di 76-58. Una gara tutta tranese che, oltre ad aver offerto per la terza volta in stagione un’altra sana e spettacolare giornata di basket a tutto il numeroso pubblico accorso al PalaAssi, è stata sempre sotto controllo al team biancoazzurro che ha archiviato la pratica con i parziali di: 16-12; 43-21; 61-37. Grazie ai due punti conquistati contro i cugini bianconeri la Fortitudo si candida a capolista del girone con 6 lunghezze (3 vittorie su 3), seguita dalla SBD Lecce a quota 4 (vittoriosa nel derby contro New Basket Lecce) e dalle restanti quattro pretendenti tutte piazzate a 2 punti. Sarà proprio la Scuola di Basket Lecce la prossima avversaria del roster capitanato da Stefano Di Lauro per una trasferta cruciale in ottica classifica che potrebbe valere il doppio vantaggio sulle inseguitrici.

Lo starting five scelto da coach Matteo Totaro è composto da Di Lauro, Barbera, Santos, Logoluso e Triglione. Nelle battute iniziali del match la Juve Trani mostra voglia di fare e per i primi attimi contende il risultato agli avversari. Difesa di ferro e precisione sotto canestro sono però gli ingredienti giusti per il sorpasso del team biancoazzurro, che con Di Lauro e Santos richiama le attenzioni del pubblico con tiri dall’arco dei 6,75 metri. Milan Vago e compagni sembrano aver accusato il colpo, ma riescono a portarsi sul 16-12 allo scadere dei primi dieci minuti. Al rientro dall’intervallo breve il parquet è monopolio biancoazzurro: i bianconeri di coach Gabriele Alesse non trovano più la via verso il canestro, mentre le aquile insaccano un centro dopo l’altro. Triglione (che ha compiuto 24 anni proprio domenica, festeggiato dal pubblico), Logoluso ed uno straripante Santos (eletto MVP della serata fra le fila Fortitudo) scaldano l’animo di un incessante sostegno biancoazzurro (vero sesto uomo in campo). I 27 punti realizzati tra decimo e ventesimo minuto di gara sembrano già un’ipoteca sull’esito finale, ma i derby, si sa, non sono mai partite prevedibili: 43-21 il parziale.

I 22 punti di vantaggio non sono un freno per la squadra di coach Totaro che anche in Giorgio Acella ed in un sempre più in forma Jacopo Mennuni trova due innesti pronti nel mantenere alto il ritmo di gara. Ancora Santos e poi Triglione portano due triple a referto, utili ad allungare il divario anche oltre i 26 punti durante il corso della gara. Liso tenta invano di tenere a galla i suoi, ma la Fortitudo è attenta su ogni minima sbavatura e continua a martellare la difensiva bianconera. Il parziale di 61-37 chiude il penultimo quarto, riaperto sempre nel segno biancoazzurro e con Bartolo Di Leo, recuperato in settimana, che aggiunge il suo nome al tabellino. Una prova concreta e di gran carattere è chiusa con il finale di 76-58, portando due preziosi punti nella graduatoria del team Fortitudo, il quale è chiamato a non incorrere in cali di concentrazione ed a tenere sempre ben alta la guardia. La strada dei Play Off è lunga ed, ancora, tutta da scrivere.

Una menzione speciale va allo straordinario team di Baskin targato Fortitudo Basket Trani ed AGE Trani: durante l’intervallo del derby c’è stata la presentazione ufficiale dei 25 componenti della squadra che domenica 24 marzo comincerà il campionato regionale sperimentale proprio tra le mura del PalaAssi. Tutto il pubblico, indistintamente dai colori sostenuti, ha applaudito e incoraggiato una splendida iniziativa portatrice di valori sportivi fondamentali quali l’inclusione e l’aggregazione.

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)